Maurizio Sasso

Nato ad Oria in provincia di Brindisi, Maurizio Sasso inizia a pitturare ringhiere
e porte all’età di 14 anni.

Sin da subito si appassiona al suo lavoro e a soli 18 anni inizia a realizzare intonaci tradizionali,
intonachini e pitture per esterni di vario tipo.

Dopo aver trascorso 29 anni nella sua amata terra pugliese, la sua vita prende
una nuova direzione quando nel 1992 decide di trasferirsi insieme a sua
moglie e ai suoi due figli nelle Marche, dove sin da subito si sente come a
casa, apprezzandone l’aria pulita, l’atmosfera bucolica e la tranquillità.

Stabilitosi prima a Tolentino e poi a Belforte del Chienti, continua la sua attività
mettendosi in proprio e fondando la Edil Sasso dove può finalmente mettere
a frutto tutto ciò che aveva imparato grazie alla grande esperienza maturata.

Come imprenditore inizia a realizzare anche cappotti per esterni, rasature,
volte a stella o a botte, decorazioni e cornici fatte completamente a mano,
prendendo appalti anche per lavori artistici come chiese o case d’epoca.

Si definisce un “Artista degli Esterni” per la cura meticolosa che mette
nell’esecuzione tecnica dei suoi lavori e per la sua abilità di eseguirli con estrema
precisione senza perdere mai la calma.

L’enorme esperienza maturata ed un talento naturale fuori dal comune, hanno
fatto sì che iniziasse a distinguersi fra tutti i professionisti di settore, creandosi un
nome che ad oggi è conosciuto in tutto il territorio del maceratese (e non solo),
distinguendosi per serietà, professionalità e grande bellezza nei lavori eseguiti.

La forza della sua impresa è fatta di molti ingredienti che vanno dalla scelta di
collaboratori e dipendenti fidati e costantemente supervisionati, all’esecuzione
attenta di ogni lavoro che gli viene affidato, fino alla cura con cui ogni cantiere
viene lasciato perfettamente pulito prima di andarsene.

Un alto livello di etica professionale contraddistingue tutto il modus operandi
dell’azienda, che ha sempre a cuore il risultato finale e la soddisfazione del
cliente.

“Prima di eseguire un lavoro ho bene
in mente cosa voglio ottenere e riesco a
vederne in anticipo il risultato finale.

Un mio lavoro completato,
deve piacere a me come prima cosa.
Se non sono soddisfatto, faccio di tutto per
renderlo perfetto, secondo la mia visione.

Un lavoro non deve solo essere fatto bene.
Esso deve mostrare tutto l’amore che è stato
messo nei dettagli, l’eccellenza delle graffiature,
il movimento esperto nell’uso degli attrezzi.

E alla fine deve emozionare.”

Maurizio Sasso